Nota metodologica

Il Bilancio di sostenibilità al 31 dicembre 2017 di Ansaldo STS, nona edizione, è stato redatto secondo i “GRI Sustainability Reporting Standards” del Global Reporting Initiative, utilizzando l’opzione di reporting “in accordance – core”

Per assicurare la qualità del proprio Bilancio, Ansaldo STS segue i principi per definire i contenuti e la qualità del report previsti dai GRI Standard, che forniscono un set di criteri per selezionare le informazioni da includere nel report e sulle relative modalità di rappresentazione.

Principi per la definizione dei contenuti del report

  • Inclusività degli stakeholder – L’applicazione di tale principio ha portato l’azienda a realizzare e rendicontare le attività di coinvolgimento, descritte nel capitolo “Tematiche rilevanti per la sostenibilità”.
  • Contesto di sostenibilità – Nel capitolo “Sostenibilità in Ansaldo STS”, si è cercato di dare una chiara definizione di come l’azienda interpreta la propria sostenibilità legata al settore di business a cui appartiene. Senza perdere la visione d’insieme si è cercato inoltre di descrivere le iniziative a livello locale riportando le peculiarità dei differenti mercati (vedi capitolo “Le nostre persone” e sezione “Corporate Social Responsibility e comunità”).
  • Materialità – Per definire le tematiche della sostenibilità considerate rilevanti, Ansaldo STS ha effettuato una nuova analisi della materialità. L’analisi interna, realizzata dal Comitato per la sostenibilità, ha valutato le differenti tematiche in relazione alla performance dell’azienda, alla possibilità di accrescerne reputazione e vantaggio competitivo e tenendo in considerazione i rischi ad esse correlati. L’analisi esterna è stata caratterizzata da un ampio coinvolgimento degli stakeholder (82) appartenenti alle categorie più significative per l’azienda.

Per facilitare il confronto, nella tabelle seguente si è provveduto ad incrociare gli aspetti definiti dai GRI Standards e i temi materiali individuati da Ansaldo STS con il relativo perimetro di rendicontazione, evidenziando, per quest’ultimo, eventuali limitazioni.

TEMA MATERIALE ANSALDO STS ASPETTO MATERIALE GRI STANDARDS PERIMETRO DELL’ASPETTO LIMITAZIONI DI RENDICONTAZIONE SUL PERIMETRO 
INTERNOESTERNOINTERNOESTERNO
CUSTOMER SATISFACTION Coinvolgimento dei portatori di interesse Gruppo -  -  -
ANTICORRUZIONE Anticorruzione Gruppo -  -  -
SOCIAL INNOVATION Salute e sicurezza dei consumatori; Marketing ed etichettatura Gruppo -  -  -
SALUTE E SICUREZZA Salute e sicurezza sul lavoro Gruppo Fornitori  - Rendicontazione parzialmente estesa a fornitori
BENESSERE DEI DIPENDENTI Occupazione; Non discriminazione Gruppo - -  -
CREAZIONE E DISTRIBUZIONE DI VALORE ECONOMICO Performance economica; presenza sul mercato; impatti economici indiretti Gruppo - -  -
FORMAZIONE E SVILUPPO Istruzione e formazione Gruppo - -  -
GESTIONE ETICA DELLE FORNITURE Politiche di fornitura; Valutazione ambientale dei fornitori; Valutazione sociale dei fornitori Gruppo Fornitori - Rendicontazione parzialmente estesa a fornitori
DIVERSITÀ E PARI OPPORTUNITÀ Diversità e pari opportunità Gruppo - - -
COINVOGLIMENTO DEGLI STAKEHOLDER Pratiche di rendicontazione; Coinvolgimento degli stakeholder Gruppo - - -
GOVERNANCE DELLA SOSTENIBILITÀ Governo dell’Organizzazione Gruppo - - -
GESTIONE INTEGRATA QUALITA’ SICUREZZA E AMBIENTE Conformità ambientale; Salute e sicurezza dei consumatori Gruppo - - -
DIALOGO CON LE PARTI SOCIALI Coinvolgimento degli stakeholder; Relazioni industriali; Libertà di associazione e contrattazione collettiva Gruppo - - -
RISPETTO DEI DIRITTI UMANI Valutazione dei diritti umani; Lavoro minorile; Lavoro forzato; Diritti delle popolazioni locali Gruppo Fornitori - Rendicontazione parzialmente estesa a fornitori
CONSUMI ENERGETICI Energia Gruppo Fornitori - Rendicontazione non estesa ai fornitori
PROGRAMMI DI SVILUPPO  COMUNITA’ LOCALI Comunità locali Gruppo - - -
CONSUMI MATERIE PRIME E RICICLO Materiali Gruppo - - -
GESTIONE RIFIUTI E REFLUI Acque reflue e rifiuti Gruppo Fornitori - Rendicontazione non estesa ai fornitori
EMISSIONI DI GAS SERRA Emissioni Gruppo Fornitori  - Rendicontazione parzialmente estesa a fornitori
EMISSIONI INQUINANTI Emissioni Gruppo - - -
CONSUMI DI RISORSE IDRICHE Acqua Gruppo - - -
PROTEZIONE DELLA BIODIVERSITÀ Biodiversità Siti di Napoli, Les Ulis e Beatesburg - - -

 

  • Completezza - Il report è stato concepito per permettere agli stakeholder di avere un quadro completo delle attività svolte da Ansaldo STS. Il perimetro di rendicontazione fa riferimento al Gruppo così come indicato nel Bilancio Consolidato al 31/12/2017. Le tematiche riguardanti l’ambiente, salute e sicurezza si riferiscono ai siti maggiormente significativi e che rappresentano in termini di dipendenti il 91% dell’intero Gruppo come specificato nel capitolo “Performance Ambientali”.

Principi per la qualità del report

  • Equilibrio – Nella descrizione dei risultati delle attività svolte da Ansaldo STS si è cercato di riflettere sia gli aspetti positivi sia quelli negativi (ad esempio nella rendicontazione degli obiettivi parzialmente raggiunti o non raggiunti nel 2017 a fronte degli impegni presi) alfine di permettere una valutazione equilibrata delle performance nel loro complesso.
  • Comparabilità – Per consentire agli stakeholder di analizzare i cambiamenti delle performance dell’azienda, il Bilancio di sostenibilità presenta i dati relativi al biennio 2016-2017. Dove significativo la comparazione ha riguardato il triennio 2015-2017. I dati economici, espressi in euro, sono convertiti con i tassi di cambio indicati nel Bilancio Consolidato 2017. Il perimetro di rendicontazione dei dati riportati è sempre indicato (nel teso o in nota) così come sue variazioni rispetto agli anni passati. La struttura del report ha subito alcuni cambiamenti per renderlo di più agevole lettura.
  • Accuratezza – I dati economici, qualitativi e quantitativi, fanno diretto riferimento al Bilancio Consolidato 2017, mentre l’accuratezza dei dati ambientali, di salute e sicurezza deriva dall’esistenza di sistemi di gestione certificati (ISO 14001 e OHSAS 18001). I dati sociali sono prevalentemente estratti dai sistemi operativi di Ansaldo STS. I dati frutto di stima sono esplicitamente indicati nel testo così come le formule utilizzate. I fattori di conversione per il calcolo delle emissioni dirette (scope 1) sono quelli definiti dal GHG Protocol Tool 2014 e per le emissioni indirette (scope 2) dal GHG Protocol Tool 2012 e 2014. I valori relativi ai poteri calorifici fanno riferimento alla Tabella dei parametri standard utilizzati nell’inventario nazionale UNFCCC delle emissioni di CO2 (media dei valori degli anni 2014-2016) per il calcolo delle emissioni dal 1 Gennaio 2017 al 31 Dicembre 2017.
  • Tempestività – Il Bilancio di sostenibilità è redatto con cadenza annuale. Per soddisfare maggiormente le esigenze informative degli stakeholder si è scelto, là dove fosse significativo, di rendicontare anche fatti accaduti dopo la chiusura dell’ultimo esercizio.
  • Chiarezza – La struttura del report è stata definita per rendere le informazioni contenute di facile individuazione da parte degli stakeholder (utilizzando icone per le diverse sezioni e un sistema di navigazione). Il Bilancio di sostenibilità 2017, ha in apertura la declinazione degli aspetti fondamentali della sostenibilità e la lettera dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale e si compone di sette sezioni: Profilo di Ansaldo STS; Governance della sostenibilità; Social Innovation; Le nostre persone; Corporate Sociale Responsibility e comunità; Ambiente, salute e sicurezza; Performance economica. Il documento si chiude con la Nota metodologica, il Content Index e l’Attestazione di conformità. Il livello di dettaglio delle informazioni si è scelto in modo da rendere il report comprensibile, accessibile e utilizzabile dai differenti stakeholder. Il documento fa riferimento, per gli approfondimenti di alcune tematiche, al sito Internet dell’azienda indicandone l’indirizzo. Per la diffusione del Bilancio di sostenibilità verrà utilizzata un’apposita sezione del sito completamente rinnovata.
  • Affidabilità – Il Bilancio di sostenibilità 2017 è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione ed è stato sottoposto alla verifica da parte di un soggetto terzo indipendente (EY) secondo i principi e le indicazioni contenuti nell’International Standard on Assurance Engagements 3000 – Assurance Engagement other than Audits or Reviews of Historical Financial Information”(ISAE 3000 Revised) dell’International Auditing and Assurance Standard Board (IAASB). EY è stata coinvolta nelle differenti fasi del processo di rendicontazione per poter agevolare l’attività di verifica, in un clima costruttivo di reciproca collaborazione.