Consumi energetici

La parte preponderante dei consumi energetici è costituita da energia elettrica, utilizzata per l’illuminazione, il funzionamento degli impianti e la termoregolazione della temperatura negli edifici.

Per riscaldare gli ambienti di lavoro Ansaldo STS utilizza combustibili fossili, prevalentemente metano, e il teleriscaldamento.

Per contenere i consumi elettrici l’Azienda effettua costanti interventi sul patrimonio immobiliare perseguendo criteri di eco-efficienza. Vengono utilizzate il più possibile tecnologie di illuminazione e riscaldamento/raffreddamento a risparmio energetico quali, ad esempio:

  • sistemi di illuminazione a LED
  • involucri edilizi e isolamenti e serramenti termici
  • impianti di riscaldamento/raffreddamento a espansione diretta (pompa di calore)
  • rilevatori di presenza o orologi/timer per il controllo dell’accensione e spegnimento degli impianti.
  • miglioramento dell'efficienza energetica dei datacenter;
  • affissione di cartellonistica per sensibilizzare il personale su alcune iniziative di risparmio energetico, come spegnere luci, portatili e apparecchi che consumano energia;
  • riduzione del numero di veicoli utilizzati dall'azienda.

Nel 2017 al fine di ridurre ulteriormente i consumi di energia elettrica, nelle sedi di Genova e Tito scalo è stato realizzato un nuovo sistema di illuminazione, smart lighting, con l’introduzione della tecnologia all’avanguardia Wireless e DALI che permette di graduare automaticamente la luminosità delle lampade in base all’effettiva intensità della luce naturale registrata da sensori istallati in ogni ambiente.

Il risparmio energetico annuale previsto è di circa 510 MWh per la sede di Genova e 258 MWh per Tito Scalo corrispondente a una riduzione dei consumi di oltre il 70%.

ANDAMENTO DEI CONSUMI ENERGETICI

Nel 2017 i consumi energetici complessivi – energia elettrica, metano, gasolio, GPL e teleriscaldamento –  ammontano a 119.971 GJ in calo dell’1,6% rispetto al 2016 nonostante un incremento complessivo del 4,7% delle ore lavorate. Nel triennio 2015 - 2017 la riduzione dei consumi è stata del 3,5%.

 

In termini assoluti rispetto al 2016 si è assistito ad un incremento del 1,5% dei consumi di energia elettrica a fronte di una riduzione dell’11,9% del metano.


 

Nella tabella che segue è illustrato l’andamento dei consumi energetici relativi al triennio 2015-17 nei siti produttivi e nelle sedi.

 SITI PRODUTTIVISEDI
 201520162017201520162017
Energia elettrica (GJ) 28.834,3 27.102,2 31.165,6 56.307,0 57.564,3 54.754,0
Metano (GJ) 3.711,2 3.888,9 4.102,8 23.138,2 21.191,3 17.999,8
Gasolio (GJ) 42,9 231,5 295,9 7.154,5 6.158,9 6.134,2
Teleriscaldamento (GJ) - - - 2.417,6 3.363,9 2.772,0
Benzine e GPL (GJ) 389,7 342,3 199,2 2.263,7 2.086,2 2.547,8
TOTALE (GJ) 32.978,11 31.564,8 35.763,5 91.281,0 90.364,6 84.207,7

In termini assoluti circa il 70% dei consumi energetici complessivi proviene dalle 15 sedi e il restante 30% dai 3 siti produttivi. 

L’andamento dell’indicatore di performance Intensità energetica mostra nel biennio 2017 -2016 una riduzione del 5,8%; ciò è dovuto all’effetto combinato dell’aumento delle ore lavorate (+4,7%), e della riduzione dei consumi (-1,6%).

 

 

L’andamento del triennio 2015-2017, conferma il trend di riduzione dell’indicatore: - 13,6% come effetto combinato della diminuzione dei consumi (-3,5%) e dell’aumento delle ore lavorate (+11,8%).

Considerando il solo consumo di Energia Elettrica l’indicatore di performance Consumo di energia elettrica per ora lavorata mostra rispetto al 2016 una riduzione del 3,0% e rispetto al 2015 una riduzione del 9,7%.

 

 

L’indicatore Intensità energetica degli edifici, calcolato sui consumi di elettricità, di metano e gasolio per riscaldamento e del teleriscaldamento per metro quadro, evidenzia un aumento nei siti produttivi (+13,6%) dovuta principalmente ai maggior consumi di energia elettrica e una sensibile diminuzione nelle sedi (-11,7%) per effetto della riduzione dei consumi di tutte le componenti energetiche.

 

 

ENERGIE RINNOVABILI

Per i siti e le sedi italiane anche nel 2017 Ansaldo STS ha richiesto l’annullamento dei certificati GO (Garanzia di Origine), una certificazione elettronica che attesta l’origine rinnovabile delle fonti utilizzate.

Attraverso l’acquisto e successivo annullamento (ritiro del certificato dal mercato) Ansaldo STS testimonia il suo impegno a favore dell’ambiente essendosi resa disponibile a corrispondere un delta positivo rispetto al prezzo dell’elettricità da fonte convenzionale.

Il sito di Solna inoltre utilizza un mix di energetico totalmente rinnovabile (eolico, idrico e biomasse).

ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI (KWh)201520162017
Energia da fonte rinnovabile 6.399.993 6.513.346 6.133.428
% rinnovabile sul totale 27,1% 27,7% 25,7%

 

La leggera riduzione della percentuale di energie rinnovabili è dovuta alla riduzione dei consumi di energia elettrica dei siti e delle sedi italiane.